I Regolamenti (UE) n. 2021/2115 e n. 2021/2116 del Parlamento europeo e del Consiglio introducono un nuovo quadro giuridico degli aiuti diretti nell’ambito della politica agricola comune, basato sulle scelte compiute dai singoli Stati membri nel proprio Piano Strategico Nazionale.

Con Decreto OPR n. 5544 del 13/04/2023 sono state approvate le “disposizioni per la presentazione della Domanda Unica di aiuto 2023” che contengono le modalità operative e le condizioni di accesso per la richiesta di pagamenti diretti a favore degli agricoltori nell’ambito dei tipi di interventi previsti dall’art. 16 del Reg. (UE) n.2115/2021.

La domanda unica consente la partecipazione ai seguenti tipi di intervento sotto forma di pagamenti diretti disaccoppiati e accoppiati:

- il sostegno di base al reddito per la sostenibilità;

- il sostegno ridistributivo complementare al reddito per la sostenibilità;

- il sostegno complementare al reddito per i giovani agricoltori;

- i regimi per il clima, l’ambiente e il benessere degli animali (Ecoschemi);

- il sostegno accoppiato al reddito.

 

Al fine di poter percepire gli aiuti unionali nell’ambito di uno o più dei tipi di intervento sopra elencati è necessario che il soggetto richiedente l’aiuto rivesta la qualifica di “Agricoltore in attivita'” ai sensi dell’art. 4 del DM n.0660087 del 23/12/2022. Per la disciplina del requisito di “Agricoltore in attività” si rimanda alla circolare di Agea Coordinamento n. 12874 del 22/02/2023 e s.m.i.

Sulle superfici dichiarate nella domanda di pagamento, salvi i casi di forza maggiore o circostanze eccezionali, l’agricoltore deve esercitare “attivita' agricola” secondo una o più modalità tra quelle individuate dall’articolo 3 lettera c) del DM N. 0660087 del 23/12/2022.

Il Reg. (UE) n. 2021/2115 (Titolo III, capo I, sezione 2) prevede che, ogni agricoltore beneficiario dei pagamenti diretti, deve rispettare e ottemperare l’insieme dei requisiti di “Condizionalita'”, in materia di ambiente, sanità pubblica, salute degli animali e delle piante e igiene e benessere degli animali, che vanno sotto il nome di Criteri di Gestione Obbligatori (CGO), nonché dell’insieme degli obblighi relativi al mantenimento in Buone Condizioni Agronomiche e Ambientali (BCAA) dei terreni agricoli.

Il Reg. (UE) n. 2021/2115 (Titolo III, capo I, sezione 3) prevede inoltre il rispetto della Condizionalita' sociale ossia dell’insieme dei requisiti relativi alle condizioni di lavoro e di impiego applicabili o a obblighi del datore di lavoro.

Il rispetto della Condizionalita' e della Condizionalita' sociale è condizione necessaria per il completo pagamento degli aiuti diretti alle aziende agricole.

Nell’ambito del Sistema Integrato di Gestione e Controllo della PAC, l’art. 66 del regolamento (UE) 2021/2116 ha introdotto il Sistema di monitoraggio delle superfici (AMS) come elemento obbligatorio del sistema integrato di gestione e controllo. Il sistema di monitoraggio delle superfici è una procedura periodica e sistematica di osservazione, sorveglianza e valutazione di alcuni criteri di ammissibilità, impegni e altri obblighi, controllati tramite valutazione di dati e indici vegetazionali derivanti dalle immagini acquisite dai satelliti Sentinel del progetto Terra Copernicus. Tale sistema viene utilizzato a partire dal 1° gennaio 2023 per la verifica degli interventi basati sulle superfici dichiarate nelle domande di aiuto “geospaziali” 2023.

Le aziende agricole di competenza dell’Organismo Pagatore della Regione Lombardia possono presentare la domanda unica relativa ai pagamenti diretti esclusivamente per via telematica tramite il Sistema Informativo SISCO nelle seguenti due modalità:

- direttamente, sul sito https://agricoltura.servizirl.it/PortaleSisco/, consentito esclusivamente con la CRS/CSN, SPID e CIE;

- tramite un Centro autorizzato di Assistenza Agricola (CAA) operante su territorio regionale, previo conferimento di un mandato di rappresentanza.

La domanda unica deve essere firmata digitalmente dall’agricoltore richiedente a pena di inammissibilità, costituendo la sottoscrizione un elemento essenziale anche ai fini dell’univocità dell’imputazione della domanda all’agricoltore-.

Proroga presentazione domanda unica:

Per l’anno 2023 il termine ultimo per la presentazione della Domanda Unica è stato prorogato al 30 giugno 2023.

Le modifiche apportate alle domande iniziali presentate entro il 30 giugno 2023, con l’aggiunta di singole parcelle agricole o singoli diritti all’aiuto, capi animali o ulteriori elementi fattuali sulle quali richiedere ulteriori interventi, a condizione che i requisiti previsti siano rispettati compresi gli ettari ammissibili a disposizione del beneficiario nel fascicolo aziendale, non sono soggette a sanzione ai sensi dell’art. 5 comma 1 del D.lgs 42/2023 purché presentate entro il 25 luglio 2023.

La presentazione tardiva della domanda unica con l’applicazione di riduzioni e sanzioni è prorogata al 25 luglio 2023 (25 giorni civili successivi rispetto al termine previsto del 30 giugno 2023).

Si comunica che, per consentire l’esecuzione dei controlli propedeutici al pagamento degli anticipi da parte dell’Organismo Pagatore, il termine di presentazione delle “Domanda di modifica o ritiro ai sensi art. 7 comma 1 lettera a) Reg Ue 2022/1173” è stato fissato al 31 ottobre 2023.

 

Referenti:

Ida Santagata

Posizione Organizzativa Piano Strategico Nazionale e nuova PAC 2023-2027

Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Tel. 02.6765.2778

Fax 02.3936164

E-mail: ida_santagata@regione.lombardia.it

 

Cristina Maurelli

Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Tel. 02.6765.0438

Fax 02.3936164

E-mail: cristina_maurelli@regione.lombardia.it

 

Raffaele Spiniello

Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Tel. 02.6765.3663

Fax 02.3936164

E-mail: raffaele_spiniello@regione.lombardia.it

 

Ivan Montermini

Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Tel. 02.6765.2611

Fax 02.3936164

E-mail: ivan_montermini@regione.lombardia.it

 

Alessandro Roverselli

Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Tel. 02.6765.2787

Fax 02.3936164

E-mail: alessandro_roverselli@regione.lombardia.it

 

Davide Ribolini

Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Tel. 02.6765.0537

Fax 02.3936164

E-mail: davide_ribolini@regione.lombardia.it

Data ultima modifica: 06/12/2023